Blog: http://coscienzadiclasse.ilcannocchiale.it

Contro tutti i Revisciovinisti ed il 25 Aprile geneticamente modificato.

Tra poche ore, come consuetudine negli ultimi anni, si scatenerà in tutta Italia, sui giornali, in televisione e ovviamente anche su questa piattaforma blog l’ondata dei Revisciovinisti. Ondata ogni anno più arrogante e prepotente, come se le menzogne ripetute all’infinito potessero diventare infine Verità. Il revisionismo è una cosa seria ed anche necessaria, saranno gli storici a farlo. E’ improprio però dare la qualifica di “revisionisti” a coloro che pretendono o di abolire la festività del 25 Aprile o di farla diventare “altro” da quello che è sempre stata. Per questa categoria di persone il termine più adatto è Revisciovinisti dato che coniugano l’attitudine a voler riscrivere la storia (spesso senza averne le competenze) con i toni ed i tratti tipici del peggior sciovinismo nazionalista.

Il 25 Aprile è la ricorrenza dell’Anniversario della Liberazione dell’Italia dall’esercito nazista occupante e dai residui di un regime fascista in avanzato stato di putrefazione. Niente altro che questo. E per sineddoche è giustamente diventata con il tempo la festa dell’Antifascismo e di tutti gli Antifascisti.

Evitiamo che qualcuno la faccia diventare “altro” e la trasformi in una sorta di “festa geneticamente modificata” ennesima occasione per equiparare repubblichini e partigiani. Evitiamo che diventi la festa di tutti i revisciovinisti d’Italia. Il 25 Aprile tutti in Piazza con i Partigiani che ancora (r)esistono. Anzi, se vi è possibile, in questi giorni contattate le sedi ANPI più vicine a voi e chiedete loro se hanno bisogno di aiuto per organizzare i festeggiamenti. Ricordandoci dell'aiuto che ci hanno dato loro 60 anni fa..

Pubblicato il 21/4/2005 alle 21.44 nella rubrica tanto per dire.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web