.
Annunci online

coscienzadiclasse
Una delle cose di cui più si avverte la mancanza. La coscienza di classe intendo. Non certo questo blog.


Diario


20 aprile 2005

Tanta voglia di una cosa piccola. Ma seria...

A pochi giorni dalla riccorrenza che più amo, che più sento "mia" e che più mi emoziona, metto una citazione da uno dei libri che più ho amato, sentito "mio" e che ancora mi emoziona: Il Partigiano Johnny di Beppe Fenoglio. Uno dei tanti libri sulla Resistenza, ma uno dei pochi capaci di parlare a tutti. Uno dei pochi libri in cui i personaggi, da ambo le parti, non sono tagliati con la motosega in buoni e cattivi tout-court (anche se, sia ben chiaro in tempi oscenamente revisionisti come questo, è ben evidente chi fosse dalla parte del torto e chi dalla parte della ragione)...
Ad un certo punto la città di Alba viene presa dai partigiani ed una delegazione partigiana va a parlamentare con i reggenti della Repubblica Sociale che devono lasciare la città per trattare la resa.
Uno dei repubblichini domanda al capo della delegazione partigiana: “Che cosa ne sarà dell’Italia se vincerete voi?
Il partigiano gli risponde: “Sarà una cosa piccola... Ma seria.”
Sono andato a braccio, non ricordo se le parole usate nel libro sono esattamente le stesse. ma il senso è quello.
In questi tempi di megalomania presidenziale, di grandi proclami sul ruolo dell’Italia nel mondo e di barzellette che non fanno ridere, spero che torni di nuovo, in tutti, la speranza di vivere in “un paese piccolo... Ma serio.




permalink | inviato da il 20/4/2005 alle 16:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (30) | Versione per la stampa
sfoglia            maggio
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
tanto per dire

VAI A VEDERE



Ok. La Padania è online.
Ma i padani?
Questo blog cerca
disperatamente un blog

dichiaramente leghista.


«Io sono stato abituato
dalla vita isolata,
che ho vissuto fino dalla
fanciullezza,
a nascondere i
miei stati d'animo
dietro una 
maschera
di durezza o dietro
un sorriso ironico.

Ciò mi ha fatto male, per molto
tempo:
per molto tempo i miei
rapporti
con gli altri furono un
qualcosa
di enormemente
complicato.»









































Statistiche web e counter web

CERCA